Recensione: The Official Gundam Fact File

A cura di Zechs
  • Titolo originale: The Official Gundam Fact File
  • Tipologia: enciclopedia ufficiale sulla saga della Universal Century
  • Numero volumi: 4 (test, serializzazione sospesa)
  • Pagine per volume: 64
  • Disponibilità italiana: De Agostini, edicole selezionate

The Official Gundam Fact File - Volume 1 (copertina)Come un fulmine a ciel sereno i gunota italiani si ritrovano con la prima uscita di “The Official Gundam Fact File” nelle edicole di alcune città, casualmente, senza alcun preavviso o pubblicità da parte dei media. Il motivo di questa scelta è da imputare ai soliti test condotti da De Agostini per sondare il mercato, senza alcuna garanzia che il prodotto finale arrivi a coprire l’intera area nazionale.

Lanciandomi alla ricerca del primo volume, uscito presumibilmente intorno al 22  settembre 2011, mi sono imbattuto in un cartonato raffigurante l’RX-78-2 Gundam e l’headline “La saga definitiva di Gundam”. Al prezzo di 6,99 euro ho portato a casa un volume di 64 pagine brossurato e stampato a colori su carta patinata di pregevole fattura. La grafica di questa prima uscita, nella quale campeggia il colore rosso, richiama molto l’edizione giapponese dell’enciclopedia, sia nelle immagini che nell’impaginazione. Già dalla copertina possiamo notare come l’opera sia composta da diverse sezioni, ovvero: U.C. Timeline, History Focus, Mechanic File, Personal Profile, MS Journal e U.C. Guide. In ciascuna di esse vengono ogni volta raccolte informazioni e immagini riguardanti personaggi, mecha, ambientazioni, tecnologie, storia della Universal Century e altro ancora, il tutto in maniera professionale, con informazioni e immagini inedite.

L’enciclopedia definitiva? Per ora.

The Official Gundam Fact File - Edizione GiapponeseSeppur con contenuti sostanzialmente uguali, non si tratta dell’identica enciclopedia pubblicata in Giappone e in altre parti dell’Asia. L’edizione originale è costituita da fascicoli collezionabili in appositi raccoglitori ad anelli, mentre i volumi italiani sono più spessi e già rilegati singolarmente.
E, mentre il Gundam Fact File italiano si prefigge l’obiettivo di occuparsi delle sole produzioni ambientate nella saga della timeline Universal Century, le edizioni pubblicate in Giappone e in alcuni altri paesi asiatici spaziano offrendo una panoramica più ampia sugli universi alternativi (nella foto possiamo vedere la copertina di uno dei volumi originali dedicato ad After War Gundam X).

The Official Gundam Fact File - Volume 2 (copertina)Tutti i contenuti sono tradotti in maniera fedele dai testi originali e supervisionati da un professionista del settore quale Davide Castellazzi.
Tuttavia, tali volumetti non sono esenti da piccoli errori di impaginazione e battitura, quali “Sturdust Memories” (al posto di STARDUST MEMORY) nel sommario di ogni numero, uno “Zion” sfuggito al posto di “Zeon” nel primo volume, un Nu Gundam confuso con un Victory Gundam a causa di un v greco (Nu) diventato una V maiuscola e ancora un’immagine erroneamente ripetuta due volte sui profili di Nu Gundam e Gundam F91. Errori che possono creare irritazione nell’hardcore fan che esige la perfezione, ma che comunque non intaccano minimamente il valore dell’opera, che nonostante le numerose sviste si rivela davvero utile e unica nel suo genere, con informazioni che difficilmente riuscireste a reperire in giro per il web. Una grossa pecca risiede tuttavia nel fatto che, essendo una traduzione del Fact File originale, il cui 151esimo e ultimo fascilo uscì nel 2007, non è aggiornato alle ultime produzioni animate quali Gundam Unicorn. E nel sommario dei volumi italiani la più recente tra le serie trattate è MS IGLOO, terminata nel 2006.

The Complete U.C. Guide

The Official Gundam Fact File - The Complete U.C. GuideAllegato al primo volume troviamo un piccolo fascicolo che spiega i contenuti dell’opera, su cui campeggia un’illustrazione con Amuro RayChar AznableSayla Mass, ma sullo sfondo troviamo lo Shining Gundam, da Mobile Fighter G Gundam.

Il titolo “Complete U.C. Guide” va a cozzare con quello su cui cade un occhio più esperto, ovvero un Mobile Suit proveniente da una timeline alternativa che ha davvero poco a che fare con la Universal Century. Si tratta comunque di un caso isolato visto che i contenuti dell’enciclopedia vera e propria non fanno parola di universi alternativi. Un “errore” analogo è stato commesso sul retro del blister che confeziona ciascuno dei primi tre volumi, dove tra le immagini della Guerra di Un Anno troviamo l’Aile Strike Gundam da SEED.

Tale opuscolo non fa alcuna menzione del piano finale dell’opera. Non si ha alcuna idea di quanti saranno i volumi necessari a completare l’enciclopedia in caso dovesse essere lanciata sul mercato, visto che vengono annunciati solamente i primi quattro volumi:

  1. Attacco alla Terra
  2. Char lancia la sfida
  3. L’Operazione Odessa
  4. Assalto a Jaburo

Di seguito vi trascriviamo il comunicato ufficiale contenuto nello stesso fascicolo che accompagna la prima uscita:

Per la prima volta in Italia la saga di Gundam in un’esclusiva serie di volumi illustrati. Organizzata in ordine cronologico, l’opera ripercorre le imprese del Gundam e dei suoi piloti del “secolo universale” così come sono narrate nelle produzioni animate originali, a partire dalla mitica Mobile Suit Gundam del 1979 e fino alle serie più recenti.
Ogni volume di Gundam Fact File è diviso in sei sezioni, riccamente illustrate, che raccontano tutto il vasto universo creato da Yoshiyuki Tomino: le storie, i personaggi, i mecha, ma anche una incredibile quantità di dettagli sulla vita e la tecnologia della nuova era spaziale.

The Official Gundam Fact File - Volume 3 (copertina)U.C. Timeline – In un’unica linea del tempo le descrizioni analitiche di tutti gli eventi e le battaglie che segnano la storia dello Universal Century. Per orientarsi immediatamente nella fitta trama di relazioni che intercorrono tra i personaggi.

History Focus – Perché è scoppiata la Guerra di Un Anno? Quali ripercussioni ha la scoperta dei Newtype sul futuro dell’umanità? Questa sezione va oltre la semplice narrazione dei fatti per rivelare i retroscena, le cause nascoste e le conseguenze che i grandi eventi epocali proiettano sul futuro dello Universal Century.

Mechanic File – Questa sezione offre un’analisi completa e dettagliata di tutti i mezzi da combattimento dell’U.C.: caratteristiche, schede tecniche, prestazioni, vita operativa, il tutto corredato da illustrazioni inedite di grande effetto e da numerosi disegni che permettono di apprezzare la bellezza e complessità di questi grandi protagonisti dello Universal Century.

The Official Gundam Fact File - Volume 4 (copertina)Personal Profile – Perché proprio il giovane Amuro Ray viene scelto come pilota del Gundam? La risposta è in questa sezione, dove è possibile conoscere a fondo la vita di ogni personaggio delle serie e le relazioni che intrattiene con gli altri protagonisti della saga.

MS Journal – Come sono nati i Mobile Suit, le armi più formidabili dello Universal Century? La loro storia, il loro sviluppo tecnologico, l’impiego tattico raccontati e illustrati come mai era stato fatto prima.

U.C. Guide – La scienza, la tecnologia, gli stili di vita, la cultura, l’organizzazione politica e militare dello Universal Century sono qui spiegati fin nei minimi particolari, per comprendere a pieno il contesto all’interno del quale vivono i personaggi della saga.

Tirando le somme

I primi quattro volumi usciti analizzano dettagliatamente molti aspetti della prima serie animata. Si parla dei protagonisti principali Amuro Ray e Char Aznable, di come sono nati i primi Mobile Suit, e di come la costituzione della Federazione Terrestre abbia influito il corso della storia portando l’umanità alla Guerra di Un Anno e ai successivi conflitti narrati nell’Era Spaziale.

The Official Gundam Fact File non serve a sostituire la visione delle varie produzioni animate, al contrario è utile per approfondire aspetti che altrimenti passerebbero totalmente inosservati alla semplice visione degli anime.

Pro

  • Un prodotto che non può mancare nella vostra collezione
  • Stessi contenuti dell’edizione giapponese
  • Comparto tecnico e grafico all’avanguardia
  • Illustrazioni realizzate appositamente per l’opera

Contro

  • Diversi errori nell’impaginazione dei testi
  • Si parla solo di U.C., nessuna menzione per gli universi alternativi
  • Enciclopedia non aggiornata al 2011, si ferma al primo MS IGLOO
  • Nessun extra che accompagni i volumi
  • Prezzo troppo elevato per un’ipotetica enciclopedia di almeno 30 volumi
Mobile Suit Gundam: L'esito finale (di Zechs)
Voto: 4 su 5www.dyerware.comwww.dyerware.comwww.dyerware.comwww.dyerware.comwww.dyerware.com
Se cercate un'opera che vi faccia scoprire tutti i segreti della saga U.C. di Gundam e un'enciclopedia da mostrare ai vostri amici per farli morire d'invidia, Gundam Fact file è ciò che fa per voi. Tuttavia, allo stato attuale delle cose non sappiamo se il progetto De Agostini andrà effettivamente in porto o se questo primo test sarà solo un caso isolato, definendo questi primi quattro volumi una vera rarità per tutti i fan italiani.

Gundam Fact File, link correlati

4 risposte a Recensione: The Official Gundam Fact File

  1. davraf scrive:

    la trovo certamente una lodevole iniziativa che va ad arricchire ed estendere il tentativo di (ri)lanciare Gundam in italia. Visti però degli errori così grossolani mi chiedo se Castellazzi abbia veramente supervisionato il lavoro o solo dato delle indicazioni… credo che un lavoro del genere DEBBA essere controllato in modo più certosino, come lo sono le altre produzioni DeA.

  2. Francesco scrive:

    Lodevole iniziativa,ma portata avanti (?!) in maniera abbastanza approssimativa.La DeA ha ignorato i canali preferenziali degli appassionati della serie,(sopratutto la rete) privilegiando solo le edicole (di Marte).Se avesse proposto la collana in abbonamento nel circuito dei blog + seguiti (come questo) probabilmente (secondo me) avrebbe avuto + probabilità di successo.
    Pazienza,mi terrò cari I Crossover Notebook della Panini,ciao.

  3. Luca scrive:

    Ciao a tutti è possibile sapere le citta e magari le edicole precise dove la DeA ha fatto la sua campagna sperimentale?
    Sono daccordo con Francesco se parti dai fan o cmq da chi può avere interesse magari è meglio, in nessuna fiera di fumetti ho mai visto l’opera e svariate fumetterie di Milano non ne sapevano un fico secco!!!

    ciao

  4. Zechs scrive:

    Purtroppo no, non è possibile reperire i dati se non facendo un sondaggio tra i fan che l’hanno comprato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>