[RAW / Sub ENG] Mobile Suit Gundam AGE – 03

Mobile Suit Gundam AGE - Fansub ENG Episodio 03Nuovo episodio per Gundam AGE! Giungiamo quindi al terzo episodio, “Yukamu CORONII” (Shattered Colony), dove l’equipaggio della Diva e il Gundam saranno impegnati a salvare i civili dalla distruzione della colonia.

Il collasso di Nora ha raggiunto il punto di non ritorno. Dopo aver accolto la giovane Yurin nel cockpit del Gundam, Flit fugge nello spazio e incontra un nuovo Mobile Suit nemico di colore nero. Nello stesso istante Grodek, preso il comando della Diva, lotta strenuamente insieme all’equipaggio per riuscire a controllare il nucleo della colonia allo scopo di salvare gli abitanti dalla distruzione della stessa; Bruzar, comandante della base federale, rimane su Nora per portare a termine i preparativi di distaccamento del nucleo. Ognuno di loro rischia la vita, dando fondo a tutte le proprie forze per la sopravvivenza. Scontrandosi con il nuovo e pericolso nemico, Flit riceve un inaspettato aiuto da Yurin…

Trovate di seguito i link per scaricare e guardare in streaming il terzo episodio di Mobile Suit Gundam AGE.

Mobile Suit Gundam AGE
Episodio 03: “Shattered Colony”

RAW: [Zero-Raws] Gundam AGE – 03 (TBS 1280×720 x264 AAC).mp4

Sub ENG: [sage]_Mobile_Suit_Gundam_AGE_-_03_[720p][10bit][CA6F22B7].mkv

www.nyaa.eu

Guarda l’episodio 03 di Gundam AGE in streaming su Gundam.info seguendo le nostre istruzioni: Gundam AGE: streaming ufficiale su Gundam.info

I link agli episodi contenuti in questo articolo non sono di nostra proprietà, ma appartengono ai rispettivi gruppi.

Le attività di fansub ci offrono la possibilità di vedere in italiano o inglese le serie di Gundam non ancora disponibili nel nostro paese, così come quelle che non arriveranno mai in via ufficiale.

Gundam Core supporta i prodotti originali invogliandovi all’acquisto opere già presenti sul mercato italiano, come i DVD di Dynit e i fumetti e romanzi editi da GP Publishing, Edizioni Star Comics e Panini Comics.

Questa voce è stata pubblicata in Episodi. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>