Mobile Fighter G Gundam

Future Century. Con l’avvento della nuova era tutti gli stati furono trasferiti nelle rispettive colonie spaziali orbitanti, e la Terra, ormai devastata, viene tutt’ora usata come campo di battaglia per risolvere le dispute.
Ogni quattro anni viene infatti organizzato un torneo di arti marziali denominato Gundam Fight, che ha lo scopo di eleggere la nazione che guiderà l’intero universo.

Siamo nell’anno F.C. 60, e come sempre i Gundam Fighter che rappresentano le colonie spaziali si riuniscono sulla Terra per allenarsi e prepararsi al tredicesimo torneo. Il loro fine è quello di combattere, finché non ne rimarrà uno solo: il vincitore otterrà la gloria, nonché il titolo di Gundam of Gundam.
Tuttavia, il vero scopo di Domon Kasshu, rappresentante della colonia Neo Japan, è un altro: scoprire la verità dietro al furto del Devil Gundam, scomparso insieme a suo fratello Kyoji.

“Gundam Fight! Ready… GO!”

Diretto da uno Yasuhiro Imagawa già sulla cresta dell’onda per Giant Robo, Mobile Fighter G Gundam rivoluziona totalmente la saga concepita fino a quel momento e rappresenta un esperimento unico nel suo genere. Abbandonati del tutto real robot e guerre civili, si tenta la strada del torneo di arti marziali uno contro uno, dove Domon sconfiggerà avversari sempre più forti alla ricerca di suo fratello in pieno stile shonen manga. Poteri speciali, attacchi annunciati a gran voce, mecha dal design bizzarro e scontri epici: è questo tutto ciò che attende gli spettatori di G Gundam.


Come seguire Mobile Fighter G Gundam in Italia?

Serie animata: non esistono edizioni ufficiali. Sotto licenza negli Stati Uniti, è disponibile in DVD d’importazione in lingua inglese. In Italia la serie è sottotitolata dagli StarSubber.

Manga: esistono due adattamenti cartacei di G Gundam. Quello classico a opera di Koichi Tokita, della durata di tre volumi, pubblicato dal 1998 sulla rivista Game Over edita da Star Comics, e soprattutto il recentissimo remake ancora in corso in Giappone, scritto dallo stesso Imagawa e illustrato da Kazuhiko Shimamoto.

Cosa rende unico G Gundam?

È il primo Gundam al di fuori dalla timeline Universal Century, che in quegli anni ha stravolto totalmente il modo di vedere la saga, abbandonando perfino il prefisso Kidou Senshi a favore del Kidou Butouden traducibile come “Mobile Fighting Legend“. È la prima serie TV che inaugura il filone degli universi alternativi, crendo un nuovo target di appassionati di più giovane età.
Consigliato a chi ama il genere mainstream, le arti marziali e i super robot. Sconsigliato totalmente a chi non accetta altri Gundam fuori dal classico schema di dramma e guerre civili.

Per comprendere al meglio Mobile Fighter G Gundam non è indispensabile aver visto nessun’altra serie.

Tipologia: Serie TV in 49 episodi
Edizioni:
Giapponese (1994), Americana (2002)
Sito Ufficiale: http://www.g-gundam.net/


Le sezioni di Mobile Fighter G Gundam

GF13-017NJⅡ God Gundam - Mobile Fighter G Gundam

  • Personaggi
  • Mecha
  • Fazioni
  • Regolamento Gundam Fight
  • Riassunti degli episodi
  • Informazioni sull’Anime
  • Informazioni sul Manga
  • Doppiatori
  • Curiosità
  • Lyrics
  • Glossario di G Gundam
  • Immagini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>