Gundam AGE: Anteprima

Mobile Suit Gundam AGEIl prossimo 9 ottobre 2011 vedrà la luce una nuova serie televisiva della saga di Gundam. Si tratta di Mobile Suit Gundam AGE, ambientato nell’universo alternativo Advanced Generation.

AGE ha la particolarità di distinguersi da tutte le altre serie di Gundam per via del character design estremamente diverso da quello a cui siamo abituati… ma sarà davvero così rilevante ai fini della trama?

Storia, personaggi, mecha e tanto altro ancora: in questo speciale vi illustreremo tutto ciò che c’è da sapere su questa nuova produzione Sunrise/LEVEL-5.

Il nuovo Gundam

Gundam AGE-1 NormalSono passati due anni dalla fine dell’ultima serie televisiva di Gundam trasmessa in Giappone, Mobile Suit Gundam 00. Un successo annunciato, paragonabile a quello di Gundam SEED e coronato da un film cinematografico che ha sconvolto il modo di pensare la saga fino a quel momento. Su cosa ha lavorato Sunrise in questi anni, escludendo l’apprezzatissima serie OVA di Gundam Unicorn?
La risposta a questa domanda è datata lo scorso giugno, con l’annuncio della nuova serie televisiva della saga, Mobile Suit Gundam AGE. Un annuncio che ha spiazzato i fan di tutto il mondo, quasi tutti schierati dalla parte di coloro che denigrano la scelta Sunrise di abbassare il target a un pubblico di giovanissimi. Talmente tanti pareri negativi da indurre Sunrise e Bandai a scendere in campo sul web per testimoniare di persona che questa nuova produzione non sarà diversa dalle altre a cui siamo abituati, e che riuscirà ad appassionare un pubblico che va dal newfag preadolescente all’appassionato storico.

Ma sarà davvero così? Cos’ha portato i fan a giudicare male questa serie ancora prima del suo inizio? Principalmente l’infantile character design originale di Takuzo Nagano, lo stesso disegnatore di Inazuma Eleven.

Un Gundam per LEVEL-5

Gundam AGE - Flit AsunoLa composizione della serie è stata affidata ad Akihiro Hino, il CEO di LEVEL-5, casa produttrice di videogiochi di successo come Professor Layton e Dragon Quest IX e studio d’animazione che ha curato la saga di Inazuma Eleven e Danball Senki. La stessa casa curerà un JRPG basato sulla serie TV, che vedrà la luce nel corso dell’anno. La regia è stata invece affidata Susumu Yamaguchi, regista della saga cinematografica di Keroro Gunso.

Complice delle impressioni negative dei fan è una lineup di mecha non troppo convincente, col Gundam protagonista alimentato da un AGE Device che dopo una prima impressione ricorda molto da vicino Digimon, e con trasformazioni e parti intercambiabili che rendono il tutto troppo giocattoloso.

Advanced Generation, la nuova timeline

La linea temporale in cui si svolge Gundam AGE prende il nome di Advanced Generation, ambientata centinaia di anni dopo la colonizzazione dello spazio. Nell’anno A.G. 101 la colonia Angel viene attaccata e distrutta da nemici dalla natura ignota soprannominati “UE” (Unknown Enemy). Tale avvenimento, ricordato dai posteri come il Tramonto degli Angeli, da inizio a quella che verrà definita la Guerra dei Cento Anni.
Nell’anno A.G. 108 gli UE raggiungono la colonia Ovan, dove Flit Asuno, protagonista della storia, diviene orfano di madre a causa dell’attacco nemico, ed eredita da lei l’AGE Device, memoria che contiene dati e progetti utili alla costruzione del Mobile Suit Gundam, un Messia proveniente dal passato in grado di fermare le guerre.

Gundam AGE - La madre di FlitSette anni dopo, nell’anno A.G. 115, Flit completa la costruzione del Gundam nella base militare della Federazione Terrestre, sulla colonia Nora. Sarà proprio qui che testerà le abilità del Gundam AGE-1 e del suo AGE System, il computer in grado di apprendere ed evolversi battaglia dopo battaglia.

Nel corso della storia assisteremo a un secolo di guerre e avvenimenti dapprima dal punto di vista di Flit, per poi passare a quello di suo figlio Asem, per poi concludersi con quello di Kio, suo nipote. Per la prima volta nella storia di Gundam assisteremo al cambio generazionale dei protagonisti e alla presunta morte di qualcuno di essi.

I Mecha di AGE

Fra gli elementi più importanti in una serie di stampo robotico ci sono appunto i mecha, protagonisti di battaglie e scene topiche, rappresentati in ogni modo possibile nella realtà del merchandising tramite Gunpla, action figures e molto altro ancora. Il mecha design di Gundam AGE è stato affidato alle sapienti mani di Junya Ishigaki (Gundam Wing, Macross Frontier), Kanetake Ebikawa (Gundam 00, Gunpla Builders) e Kenji Teraoka (Gundam 00, Code Geass).

L’unità protagonista delle fasi iniziali della storia è il Gundam AGE-1. Alimentato da un computer in grado di apprendere e di evolversi in battaglia, l’AGE System, questo Mobile Suit è in grado di cambiare le sue specifiche adattandosi alle situazioni assumendo tre diverse configurazioni:

Gundam AGE-1T Titus, Gundam AGE-1 Normal, Gundam AGE-1S Spallow

  • Gundam AGE-1 Normal: classica unità che ricorda lo stile dell’RX-78-2 Gundam armato di Beam Rifle, scudo e doppia Beam Saber.
  • Gundam AGE-1T Titus: variante studiata per il combattimento corpo a corpo, fa dei suoi possenti arti le uniche armi a disposizione. Fisicamente ricorda il Gundam Maxter di Mobile Fighter G Gundam.
  • Gundam AGE-1S Spallow: variante dell’AGE-1 che fa della velocità il suo punto di forza. A differenza del Titus gli arti appaiono più esili e aerodinamici, e la sua arma principale è una katana corta. In modo analogo allo Spiegel di G Gundam, il suo aspetto è simile a quello di un ninja.

Gundam AGE - Unknown Enemy: GafranLa Federazione Terrestre che vedremo in AGE sarà dotata di una nave da guerra chiamata “Diva” e di un MS di produzione di massa battezzato Genoace. Tra i suoi piloti spicca l’asso Wolf Eniacl detto “White Wolf” con il suo Genoace Custom completamente bianco.
Tutto ciò che sappiamo sui loro avversari, gli UE, è che possiedono unità trasformabili come Zedas e Gafran, dall’insolito aspetto animalesco simile a quello un drago. Si tratterà forse di alieni o di semplici spazionoidi abitanti di una remota colonia lontana dalla Terra?

Musica per le vostre orecchie

Il comparto sigle di Gundam AGE è stato affidato alla coppia Galileo Galilei & Minami Kuribayashi, che canteranno rispettivamente l’opening “Asu e” e l’ending “Kimi no Naka no Eiyuu“, mentre non è ancora noto il nome di chi si occuperà della colonna sonora vera e propria.

Ciò che ci sentiamo di suggerirvi è di non lasciarvi suggestionare dalle prime impressioni e di guardare la serie senza essere prevenuti. Anche SEED e 00 furono inizialmente additate come pessime produzioni e hanno dimostrato alla grande il contrario, e idee innovative come quelle di Turn A Gundam hanno fatto la storia dell’animazione giapponese, pur introducendo elementi totalmente estreanei alla saga di Gundam.

L’appuntamento è fissato quindi per il 9 ottobre 2011 con il primo episodio della serie, che sarà trasmesso sulle reti giapponesi TBS e MBS nella fascia oraria pomeridiana.

Vi lasciamo all’anteprima di cinque minuti del video promozionale diffuso in rete.

Mobile Suit Gundam AGE – Video promozionale

Per tutte le notizie e le novità su Gundam AGE tenete d’occhio la sezione dedicata su FAITH, il nostro blog di notizie.

Questa voce è stata pubblicata in Speciali. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Gundam AGE: Anteprima

  1. Pingback: Gundam AGE: il primo episodio raccontato nel manga

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>